closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Saharawi, decenni di negazione dei diritti umani raccontati dalle voci di chi continua a resistere

Testimonianze. Ricordi brucianti raccolti nei campi profughi, racconti di uomini, donne e bambini

Saharawi nel campo della pace situato all'interno dei territori occupati dal Marocco

Saharawi nel campo della pace situato all'interno dei territori occupati dal Marocco

Nei 45 anni di occupazione militare del Sahara Occidentale, i marocchini hanno compiuto arresti arbitrari, violenze, torture, assassinii e hanno fatto sparire nel nulla centinaia di saharawi senza che un solo tribunale internazionale di crimini di guerra li abbia mai giudicati. Salma è una donna ormai anziana, ma ancora combattiva. Vive in un’ampia tenda tradizionale in un campo profughi a Tindouf. Fin dal 1969 ha partecipato alla resistenza contro l'occupazione spagnola e ha visto la nascita del movimento di guerriglia del Fronte Polisario dopo gli scontri di Zimla nel 1973 contro i colonizzatori spagnoli. Dopo che i marocchini hanno occupato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi