closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Russia, ci mancavano le multe

Mosca. La polizia richiede ingenti somme ai leader delle proteste di agosto. «Per manifestare bisogna essere milionari, lo possono fare solo Putin e i suoi amici» dichiara l’attivista Lybov Sobol

Mosca, 3 agosto, la polizia ferma un manifestante

Mosca, 3 agosto, la polizia ferma un manifestante

La polizia di Mosca ha deciso di citare in giudizio Alexey Navalny e altri membri dell’opposizione perché durante le manifestazioni non autorizzate del 27 luglio e del 3 agosto è stato necessario mobilitare forze dell’ordine aggiuntive a quelle normalmente richieste. La bizzarra richiesta di risarcimento richiesta ai leader delle proteste non è neppure simbolica: si tratta di 18 milioni di rubli (circa 250mila euro) che si vanno ad assommare agli oltre 100 milioni rubli (circa un 1,5 milione di euro) di multe comminate agli attivisti delle manifestazioni di agosto. «Per manifestare bisogna essere milionari, lo possono fare solo Putin e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.