closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Rotazione ai vertici Anm Dopo Davigo tocca a Area

Albamonte nuovo presidente. Il risultato di un anno di confronto

Un meccanismo a orologeria regola la successione nelle cariche che sarà decisa questa mattina dal Comitato direttivo centrale dell’Associazione nazionale magistrati. L’accordo unitario, trovato faticosamente un anno fa dopo le elezioni per il sindacato che rappresenta la quasi totalità delle toghe, prevede un’alternanza al vertice. L’incastro sarà rispettato alla perfezione. Se oggi ai primi due posti ci sono Piercamillo Davigo e Francesco Minisci, presidente e segretario, rispettivamente leader della nuova corrente di destra Autonomia e indipendenza e magistrato più votato della storica corrente centrista di Unicost, da domani nelle prime due caselle prenderanno posto i rappresentanti delle altre due correnti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi