closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Roméo et Juliette», i giovani amanti non convincono

Lirica. Debutto deludente alla Scala per l'opera di Gounod. Messa in scena convenzionale fagocitata da una scenografia monumentale

Vittorio Grigolo e Diana Damrau

Vittorio Grigolo e Diana Damrau

Quando si esce delusi da uno spettacolo e si ha il compito di raccontarlo, non è sempre facile razionalizzare e condividere le ragioni di quella delusione. È quello che è accaduto a chi scrive alla prima di Roméo et Juliette di Charles Gounod andata in scena lo scorso 15 gennaio al Teatro alla Scala di Milano. Ho provato a darmi delle risposte, tutte a loro modo parziali. Sarà la drammaturgia del libretto di Jules Barbier e Michel Carré, pallido adattamento a suon di scorciature brutali e scorciatoie banali di Romeo and Juliet di Shakespeare, di certo non aiutato dalla decisione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.