closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Roma, sgomberati 500 rom: ai bambini negata la scuola elementare

Diritti umani. Sgomberare i rom e superare i campi. Questo si dice in campagna elettorale a Roma, e non solo. Le conseguenze di queste affermazioni sono visibili in via dei Mirri, in zona Portonaccio: alle famiglie sgomberate non è stata offerta alcuna alternativa, se non quella di andare in altri campi. Fassina, candidato sindaco a Roma per la sinistra, scrive alla Commissione Ue: "Violati i diritti umani. Serve un piano governativo per evitare la segregazione"

Un'immagine dal campo di via dei Mirri a Roma

Un'immagine dal campo di via dei Mirri a Roma

Sgomberare i rom e superare i campi. Questo si dice in campagna elettorale a Roma, e non solo. Alfio Marchini è arrivato a stampare maximanifesti in cui sostiene di sentirsi «Libero di sgomberare i campi rom». Questi slogan, e altre dichiarazioni, vanno messi alla prova della realtà. E la realtà racconta qualcos’altro: si sgombera per fini elettorali, si crea un'emergenza umanitaria, si disperdono le famiglie negli altri campi. Martedì 10 maggio, in via dei Mirri, zona Portonaccio, cinquecento persone rom di origine rumena, tra cui donne incinte, anziani, malati e circa 250 minori, anche di pochi mesi, sono state sgomberate....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.