closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Roma, nell’aula capitolina aleggia il fantasma del «default»

A guardare l’aula Giulio Cesare, la base del M5S romano sta tutta con Virginia Raggi. I sostenitori della sindaca presidiano la maggior parte delle poltrone nelle due navate, fiondandosi anche sulle prime file, occupate solo per la prima mezz’ora dai componenti del Comitato Roma 2024. C’è anche la mamma di Di Battista, che mantiene un profilo basso ma la voce corre e viene riconosciuta lo stesso: si avvicina una ragazza e le chiede «Può dare questa a suo figlio? Lo ammiro molto». Le consegna una lettera. Lei la mette in tasca e torna a seguire i lavori. Il voto sulle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi