closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Roma impugna l’abusivismo di Caldoro

Condoni. Ricorso alla Corte Costituzionale. Bocciata anche la privatizzazione dell’acqua, ma il governatore: «Vado avanti lo stesso»

Il governo lunedì sera ha annunciato di aver impugnato «le disposizioni in materia di condono edilizio, di sevizio idrico integrato e di concessioni termominerali» varate nel maxiemendamento inserito nella legge finanziaria della regione Campania: «Contrastano con i principi fondamentali della legislazione statale in materia di governo del territorio». Una decisione inevitabile visto il parere negativo espresso dal ministero dell’Ambiente a fine settembre. La norma sposta al 31 dicembre 2015 i termini per le domande di condono edilizio del 1985 e del 1994, escludendo solo le aree a inedificabilità assoluta ma lasciando mano libera nelle zone a rischio idrogeologico. Il capo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.