closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Roma, i messaggeri del nulla nella città dolente

Roma capitale. Tra astensionismo, improbabili rinascite democratiche e attese del «miracolo» l’alternativa esiste

Roma, campo Farnia

Roma, campo Farnia

È una città dolente e incollerita quella che domani andrà o non andrà a votare. Forse Roma non è del tutto rassegnata, ma appare comunque estenuata, sfibrata, logorata. E la campagna elettorale che si è stancamente srotolata nelle ultime settimane non è riuscita ad accenderla, ad appassionarla. C’era da aspettarselo. Le inchieste giudiziarie, le contorsioni politiche, l’ingloriosa fine dell’ultimo sindaco, la furia manesca di chi è stato mandato a sostituirlo: tutto questo ha incrinato le coscienze e inacidito i sentimenti. Nella millenaria storia di Roma barbari, lanzichenecchi, boia dell’inquisizione, fucilieri francesi e banche vaticane hanno sicuramente fatto di peggio, ma...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.