closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Rojava, l’ultimo smacco Usa: «Proteggeremo il petrolio»

Siria. Piano della Casa bianca per lasciare alcuni soldati in territorio siriano. Lancio di sassi e pomodori contro i soldati americani in ritirata verso il Kurdistan iracheno. Oggi scade l’ultimatum di Erdogan. Nuova ondata di sfollati da Dirbesiye: la paura per la fine dell’altalenante tregua e per il dispiegamento di miliziani islamisti fuori dalla città si è tradotta in un altro esodo

Profughi siriani dal Rojava arrivano al campo di Bardarash, a Dohuk, nel Kurdistan iracheno

Profughi siriani dal Rojava arrivano al campo di Bardarash, a Dohuk, nel Kurdistan iracheno

Piovono tuberi sulle teste dei marines americani: giovani e anziani ieri si sono fatti trovare pronti lungo le strade di Qamishlo al passaggio del convoglio militare statunitense diretto verso il Kurdistan iracheno. Hanno tirato di tutto, pietre, patate, pomodori, contro quelli che ritengono, a ragione, i complici della Turchia nell’offensiva che sta massacrando il nord della Siria. «DITE AI VOSTRI FIGLI che i figli dei curdi sono stati uccisi dalla Turchia e voi non avete fatto nulla per proteggerli», si leggeva su un cartello mentre dentro il Rojava sfilavano oltre cento veicoli blindati e carri armati made in Us. Non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.