closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Rogo di Centocelle, fermato a Torino uno degli indagati

ROMA. Sarebbe lo stesso uomo che scippò la ragazza cinese travolta da un treno a Roma

Pare esista un link, una connessione della quale si vociferava da giorni, tra due casi di violenza alla periferia sud est di Roma. Da una parte la strage di Centocelle, quando tre sorelle morirono bruciate a causa di un ordigno incendiario lanciato contro il furgone che ospitava la loro famiglia, dall’altra la morte di Zhang Yao, investita da un treno mentre inseguiva i suoi scippatori. Il trait d’union sarebbe costituito da Serif Seferovic, ventenne di etnia rom fermato ieri a Torino perché sospettato di aver incendiato il camper in cui il 10 maggio scorso morirono Elisabeth, Francesca e Angelica Halilovic....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.