closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Roger Waters e il mondo nel tempo di Trump

Note sparse. «Is this the life we really want?», venticinque anni dopo il nuovo lavoro di inediti dell’artista inglese. Un viaggio intorno alla guerra e alla psiche umana, con molti rimandi ai Pink Floyd, prodotto da Nigel Godrich

Roger Waters

Roger Waters

Da maneggiare sempre con estrema cura il genio (e la sregolatezza...) di Roger Waters, la mente creativa dei Pink Floyd post-psichedelia, di album storici dalle vendite stratosferiche come Dark Side of the Moon o The Wall. Un mondo sonoro dal quale non si è mai affrancato dopo la separazione, nemmeno all’indomani di furibonde diatribe legali per il patrimonio (e il nome) della band, e che ha partorito in veste solista soprattutto live con il repertorio storico del gruppo (l’apice è The Wall live in Berlin del 1990) e poche escursioni soliste con brani inediti. Il primo album da Amused to...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.