closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Riyadh si compra la bomba

Medio Oriente. Lo scrive il Sunday Times citando una fonte statunitense. A fornila sarà il Pakistan, destinatario di aiuti sauditi per miliardi di dollari. Ora si teme una corsa al riarmo nella regione.

A sinistra Re Salman con il figlio Mohammed

A sinistra Re Salman con il figlio Mohammed

L'Arabia saudita avrebbe preso la "decisione strategica" di acquisire armi atomiche belle e pronte dal Pakistan, con il rischio di innescare una nuova corsa agli armamenti in Medio Oriente. Lo riferisce il Sunday Times citando dichiarazioni di un ex funzionario alla difesa degli Stati Uniti. La mossa del regno del Golfo, che ha finanziato, pare, buona parte del programma atomico di Islamabad nel corso degli ultimi tre decenni, è l'ultima manifestazione della rabbia delle petromonarchie sunnite per l'accordo sul nucleare civile che l'Amministrazione Obama intende raggiungere con l'Iran (Tehran nega di volersi dotare di ordigni atomici). «Per i sauditi è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.