closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Rittenhouse libero: carnevale trumpista e silenzio a sinistra

Stati Uniti. Poche sparpagliate proteste contro l’assoluzione, da Portland a New York. In 31 stati portare armi apertamente è legale. Joe Biden si dice «arrabbiato» del verdetto, ma invita a manifestare pacificamente

Manifestanti sul ponte di Brooklyn (New York) in protesta contro l’assoluzione di Rittenhouse

Manifestanti sul ponte di Brooklyn (New York) in protesta contro l’assoluzione di Rittenhouse

Poche, pochissime proteste di piazza negli Stati uniti, il giorno in cui il killer 17enne Kyle Rittenhouse è stato assolto per i due manifestanti antirazzisti che ha ucciso e quello che ha ferito lo scorso agosto al corteo antirazzista di Kenosha, Wisconsin. Duecento persone hanno manifestato a Portland, Oregon: è la riserva naturale del movimento antifa, dove i turbolenti cortei dopo l’omicidio di George Floyd erano durati mesi. L’altra sera circa 200 persone hanno raggiunto il centro della città, sfasciando qualche vetrina e lanciando oggetti contro la polizia, che non ha nemmeno caricato: prima di mezzanotte era finito tutto. POI...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.