closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Ritorno, il viaggio impossibile

GEOGRAFIE SENTIMENTALI. «Perdi la madre» di Saidiya Hartman, un ibrido tra saggio e autobiografia uscito per la casa editrice Tamu. Una riflessione intima ed erudita, tutta iscritta nel segno della mancanza, del lutto e della malinconia. La roccaforte di Elmina, luogo di antichi orrori, è diventata una meta turistica come tutte le altre. Africa e Stati Uniti sono ormai irrimediabilmente separate da storie che, pur affondando le radici nello stesso trauma collettivo, si sono evolute in direzioni separate. L’autrice attraversa l’Atlantico nel senso contrario rispetto ai suoi antenati. Lo fa da libera studiosa della schiavitù, raccontando il suo anno di permanenza in Ghana

Saidiya Hartman

Saidiya Hartman

In relazione all’esperienza della diaspora afroamericana, Saidiya Hartman, professoressa di studi afroamericani alla Columbia University di New York, scrive: «potremmo pure aver dimenticato il nostro paese, ma non abbiamo dimenticato la nostra spoliazione. È per questo che non ci stanchiamo mai di sognare un posto da chiamare casa, un posto migliore di questo, ovunque esso sia». «I ghetti non sono fatti per viverci - conclude - noi lì ci stiamo, ma non ci abitiamo». QUESTO SENSO generalizzato di sradicamento radicale spinge ogni anno diecimila afroamericani a viaggiare verso il Ghana nel tentativo di riallacciare i legami ancestrali recisi dalla tratta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.