closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Ritmo e ironia, i giovani della nuova onda messicana

Al cinema. Nelle sale italiane «Güeros», il bel debutto di Alonso Ruilzpalacios premiato a Berlino. Il film è ambientato nel 1999, epoca di occupazioni ad oltranza

La parola «güero», si potrebbe tradurre biondo, oppure «roscio» in slang, in un paese come il Messico dove il colorito diffuso è piuttosto bruno, indica un complimento che sottolinea l’appartenenza di classe: l’ambiente infatti è quello privilegiato degli studenti universitari. A vederli più da vicino assomigliano piuttosto ai fuorisede che si barcamenano, in più siamo nel 1999 epoca di occupazioni ad oltranza con un blocco di almeno un anno contro la scuola di classe con la richiesta dell’abbattimento delle tasse universitarie. Girato in bianco e nero, ci riporta all’epoca della nouvelle vague alludendo sicuramente alla nuova onda del cinema messicano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.