closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Riprendono gli scontri nel Donbass

Ucraina. Morti e feriti in entrambi gli eserciti: è la violazione più grave della tregua dal 2018. Il presidente Zelensky annuncia la convocazione del Consiglio di sicurezza e di difesa nazionale

Combattimenti nel Donbass

Combattimenti nel Donbass

Con le trattative del “Formato Normandia” per giungere alla pace nel Donbass ucraino ormai congelate da alcune settimane, sono ripresi ieri gli scontri tra le truppe dell’esercito ucraino e quelle della Repubblica popolare di Lugansk. Le autorità della Repubblica autoproclamata hanno denunciato danni agli edifici residenziali nella città di Kirovsk a seguito di pesantissimi bombardamenti da parte delle forze armate ucraine. Secondo le “milizie popolari” ci sarebbe stato un vero e proprio tentativo di sfondamento del fronte.

Gli scontri hanno provocato morti e feriti in entrambi gli eserciti, è la violazione più grave della tregua dal 2018. L’accusa è rigettata però dalla parte ucraina la quale invece punta il dito contro gli insorti accusandoli di aver attaccato la 93a brigata di stanza della zona che avrebbe reagito al fuoco nemico con tiri di artiglieria.

Il presidente ucraino Zelensky ha annunciato la convocazione del Consiglio di sicurezza e di difesa nazionale «in relazione all’aggravarsi della situazione nel Donbass». In un comunicato emesso in serata anche la Ue si è detta «molto allarmata per le notizie di escalation militare nel distretto di Zolotoy».


La nostra rivoluzione.

In questi giorni di emergenza abbiamo deciso di abbassare il paywall rendendo il nostro sito aperto, gratuito e accessibile a tutti.
Non avremmo potuto farlo da soli: migliaia di lettori ogni giorno sostengono il manifesto acquistandolo in edicola o abbonandosi on line.

Oltre al giornale di oggi, stiamo lavorando anche a quello del futuro.

Nel 2021 compiremo i 50 anni in edicola e vogliamo far crescere insieme questo esperimento unico di informazione libera, critica e autofinanziata dai lettori.

Vogliamo un sito grande, che rispetti la privacy e metta al centro i lettori. Un sito coinvolgente e partecipato, dove sia possibile informarsi liberamente e “formarsi” come comunità.

Vuoi partecipare alla costruzione del nuovo manifesto?

ACQUISTA L’ABBONAMENTO DIGITALE SPECIALE
3 SETTIMANE A 10 €

entrerai nella “comunità dei lettori” che lavoreranno con noi per disegnare il giornale del futuro

ABBONATI
Scegli una diversa formula di abbonamento | Scopri la campagna