closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Riforma giustizia, la Corte Ue rimanda la palla a Varsavia

Polonia. Sarà la Corte suprema polacca a dover accertare l’indipendenza della sezione disciplinare nazionale

Zbigniew Ziobro, Jarosław Kaczyński e Jarosław Gowin

Zbigniew Ziobro, Jarosław Kaczyński e Jarosław Gowin

La Corte europea di giustizia rimette la palla a Varsavia sulla riforma del sistema giudiziario polacco. Comincia così un nuovo capitolo del braccio di ferro tra la Polonia e l’Ue in materia di stato di diritto e giustizia. La sentenza di ieri del tribunale con sede in Lussemburgo riguarda la legittimità della camera disciplinare. L’organo creato dal governo della destra populista di Diritto e giustizia (PiS), nel corso della legislatura appena trascorsa, è chiamato a valutare l’operato di magistrati e avvocati in tutto il paese. «È una sconfitta della casta e di tutti quelli che credono che il Consiglio nazionale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.