closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Rifondazione: l’Italia “ripudiava la guerra” e reprime gli antimilitaristi

Azione repressiva messa in atto contro 5 lavoratori portuali del Calp di Genova che hanno manifestato il proprio contrasto al traffico d'armi che avviene nel porto

Il Partito della Rifondazione Comunista condanna l'azione repressiva messa in atto contro 5 lavoratori portuali dei Calp ( Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali) di Genova. A chi, alla luce del sole, ha manifestato il proprio contrasto al traffico d'armi che avviene nel porto, il 24 febbraio scorso si rispondeva con perquisizioni, sequestro di tablet e cellulari, intimidazioni. Vengono contestate ai lavoratori oltre che l'impegno in "Genova Antifascista", le mobilitazioni, i presidi e gli scioperi indette contro le navi della flotta Bahri, con cui si trasportano armi per rifornire il regime Saudita nella guerra in Yemen. Questo nonostante tale traffico sia ufficialmente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.