closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Richiamo Pfizer, Locatelli rassicura: anche a 42 giorni

Vaccini a Rna. «Gli studi sulla vita reale ne hanno mostrato l’efficacia anche con un intervallo tra la prima e la seconda somministrazione prolungato alla sesta settimana», il Cts conferma la strategia di posticipare la seconda dose. L’Ema è d’accordo

Hub vaccinale all’Hangar Bicocca di Milano

Hub vaccinale all’Hangar Bicocca di Milano

L’avvertimento di Pfizer sui rischi di prolungare l’intervallo tra la prima e la seconda dose delle vaccinazioni non ha fatto arretrare di un millimetro gli esperti del comitato tecnico scientifico. Il parere rimane invariato, tra una dose e l’altra si può attendere 42 giorni e non le 3-4 settimane previste inizialmente per i vaccini a Rna. La ragione è stata ribadita ieri in un’intervista alla Rai dal presidente del Consiglio Superiore di Sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli: «L’intervallo tra la prima e la seconda somministrazione prolungato alla sesta settimana, quindi ai 42 giorni, non inficia minimamente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi