closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Riapre la scuola, ma l’istruzione è a pezzi

Salta il banco. Domani riaprono le classi per 5 milioni di studenti dell'infanzia, elementari e medie. Per le superiori al 50% in presenza da lunedì 11 gennaio. Azzolina: «Fuori la scuola dalla politica». Bellanova: «Teatrino imbarazzante in Consiglio dei ministri tra Cinque Stelle e Pd». Tornano le proteste di Priorità alla scuola in tutto il paese, a Roma cresce la protesta dei docenti dei licei

La protesta a Napoli

La protesta a Napoli

La riapertura in presenza avverrà domani per le scuole dell’ infanzia, elementari e medie. Per le superiori lunedì 11 ma al 50%. Fino al 9 gennaio le lezioni si svolgeranno, in questo caso, a distanza. Questo rompicapo è accompagnato da un triplice conflitto: politico in un governo in crisi; istituzionale tra governo e le regioni che riapriranno, a metà, le superiori anche il 1 febbraio; e infine tra i docenti, i prefetti e gli uffici regionali sugli orari dei trasporti e il loro impatto sulla didattica e la sicurezza. Accade a Roma dove è in corso la protesta di molti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi