closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Retroattiva e inappellabile, la scure della censura sul cinema di Hong Kong

Cinema e politica. Il ministero recepisce una direttiva del governo che riguarda «la tutela della sicurezza nazionale»

Non è un estate, e in verità neanche un’annata, particolarmente felice per Hong Kong, piccole e grandi scosse infatti stanno minando non solo i diritti civili degli abitanti dell’ex colonia britannica, ma anche il mondo dell’arte che sempre di più si trova sull’orlo di un pericoloso precipizio. Dopo l’entrata in vigore, lo scorso undici giugno, di un emendamento che permette di censurare film prodotti o distribuiti nel territorio per motivi politici, cioè qualsiasi film che possa «sostenere, promuovere, glorificare, incoraggiare o incitare atti che mettono in pericolo la sicurezza nazionale», qualche giorno fa è stata diffusa un’altra preoccupante notizia. Sono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.