closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Renzi-Letta, fuochi artificiali

Governo-Democrack. Lo stop al Salva-Roma, il rimpasto stile Prima Repubblica. Il neosegretario ora teme che la vita dell’esecutivo diventi un danno d’immagine per il suo nuovo Pd. «O si cambia o si muore». Nuovo ultimatum da parte dei rottamatori. Malumore dei democratici governisti: «Sfascisti, siete megafoni di Grillo»

«Non basta un ritocco, un ’rimpasto’, o si cambia radicalmente o si muore». Il giorno dopo la bacchettata di Napolitano alle camere e al governo, è Davide Faraone, della nuova segreteria Pd, a dare voce al malumore dei ’falchi’ renziani. Lo stop presidenziale al decreto, impresso con una modalità irrituale (una telefonata al premier dopo che una camera aveva già approvato il testo, una prima assoluta nella storia della Repubblica) è una critica, oltreché ai presidenti delle camere, ormai chiara e tonda al governo, regista di tutta l’operazione. Ma per forza di cose il monito di Napolitano si abbatte anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.