closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Renzi e Berlusconi, la terza sintonia

Riforme. Faccia a faccia numero tre: l’ex Cavaliere non molla il premier e si aggrappa a senato, Italicum e giustizia. In commissione nuove forzature anche nei dettagli, ma la partita è rinviata all’aula

Renzi e, alle sue spalle, Berlusconi

Renzi e, alle sue spalle, Berlusconi

Si incontrano una volta ogni tre mesi, la prima nella sede del Pd quando il presidente del Consiglio era solo segretario del partito, e per questo il patto tra loro è chiamato «del Nazareno». Riguarda la legge elettorale e le riforme costituzionali, e da ieri anche la giustizia perché Renzi ha offerto a Berlusconi una promessa - quella di ascoltare le note preoccupazioni dell’(ex) Cavaliere in materia - e ha ottenuto in cambio una certezza: Forza Italia voterà il testo di revisione costituzionale così come lo vuole il governo. Con tanto di elezione indiretta dei senatori, che saranno allora consiglieri...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi