closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Landini: «Renzi chieda scusa»

In piazza con Landini. Il segretario in prima fila tra rabbia e incredulità. «Basta! Il governo si vergogni di prendere a botte noi». La telefonata con Delrio

Il segretario generale della Fiom Maurizio Landini cerca di fermare la carica della polizia

Il segretario generale della Fiom Maurizio Landini cerca di fermare la carica della polizia

Prima, a manganellate ancora calde, lo sfogo: «Basta! Renzi invece che fare slogan del cazzo, dica una parola di quello che sta succedendo. E si vergogni! C’hanno da chiedere scusa ai lavoratori. Altro che balle, Leopolde e cazzate varie. Basta! Hanno rotto le scatole, questo è il problema. E dobbiamo prendere anche le botte noi che paghiamo le tasse, dobbiamo essere anche picchiati. Ma che diano l’ordine di colpire chi c’è da colpire! In un paese di ladri, di gente che evade, di corruzione, se la vengono a prendere con gli unici onesti». Poi sotto il ministero, assieme a Marco...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.