closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Renzi: «Al-Sisi ha collaborato». Poi la Farnesina lo smentisce

Italia/Egitto. La Commissione d'inchiesta sulla morte di Giulio Regeni sente l'ex primo ministro, in carica all'epoca dell'omicidio. Come cinque anni fa, difende il regime. E "sbaglia" sulle date 

Fiaccolata per Giulio Regeni

Fiaccolata per Giulio Regeni

Prima la contestazione di Erasmo Palazzotto, poi quella della Farnesina: ieri mattina l’audizione di Matteo Renzi in Commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni, non è stata indolore. Renzi, primo ministro all’epoca del rapimento e dell’omicidio del ricercatore, ci prova a mettere su un piccolo show, un mini comizio, una palese esaltazione di meriti del governo di allora. Ma inciampa, più di una volta. La prima è la più dolorosa: «Il presidente al Sisi ha permesso una collaborazione giudiziaria che non è quella che noi sognavamo, ma che è decisamente superiore a quella standard». Non solo: «La non collaborazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.