closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Renzi: «Al-Sisi ha collaborato». Poi la Farnesina lo smentisce

Italia/Egitto. La Commissione d'inchiesta sulla morte di Giulio Regeni sente l'ex primo ministro, in carica all'epoca dell'omicidio. Come cinque anni fa, difende il regime. E "sbaglia" sulle date 

Fiaccolata per Giulio Regeni

Fiaccolata per Giulio Regeni

Prima la contestazione di Erasmo Palazzotto, poi quella della Farnesina: ieri mattina l’audizione di Matteo Renzi in Commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni, non è stata indolore. Renzi, primo ministro all’epoca del rapimento e dell’omicidio del ricercatore, ci prova a mettere su un piccolo show, un mini comizio, una palese esaltazione di meriti del governo di allora. Ma inciampa, più di una volta. La prima è la più dolorosa: «Il presidente al Sisi ha permesso una collaborazione giudiziaria che non è quella che noi sognavamo, ma che è decisamente superiore a quella standard». Non solo: «La non collaborazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi