closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Reithera, «nessun valido investimento produttivo»

Covid-19. I motivi dello stop della Corte dei conti al vaccino italiano. Giorgetti va avanti con l’appoggio di Zingaretti. Che però aveva negato i finanziamenti

Il vaccino italiano Reithera

Il vaccino italiano Reithera

La Corte dei conti ha pubblicato le motivazioni che l’hanno condotta a bloccare il finanziamento pubblico per lo sviluppo del vaccino Reithera, mettendo seriamente a rischio il proseguimento delle ricerche. Secondo il progetto elaborato dall’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri (all’epoca anche commissario straordinario per l’emergenza pandemica) Reithera avrebbe ricevuto circa cinquanta milioni di euro dallo Stato per condurre le sperimentazioni e realizzare le infrastrutture mirate allo sviluppo di un vaccino italiano. Secondo la delibera pubblicata ieri dalla Corte, il finanziamento avrebbe riguardato non solo l’attività di ricerca e sviluppo e sarebbe servito anche all’acquisto della sede dell’azienda. Questo capitolo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi