closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

«Reimmaginare è rivoluzionario»

Intervista. Intervista a Rob Hopkins, fondatore del Movimento per la Transizione e autore del libro «Immagina se». La tesi è che per vincere la crisi climatica bisogna concepire l’idea di un nuovo presente e futuro, e spegnere internet

«I cambiamenti climatici sono un fallimento dell’immaginazione». Lo ripete più volte Rob Hopkins nel corso dell’intervista, al punto che alla fine sembra del tutto ovvio. Tredici anni fa Hopkins ha fondato a Totnes, nel Regno Unito, la prima Transition Town: nasceva allora il Movimento della Transizione, che in breve si sarebbe trasformato in un network globale, con lo scopo di trasformare profondamente le società umane per renderle più sostenibili, eque e felici. Ha un’aria scanzonata, rara in chi si occupa di cambiamenti climatici e crisi ecologica, e un approccio al cambiamento pragmatico - «britannico» - che non si perde in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi