closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Redon e i cartoni della solitudine

Riscoperte nell'arte: i paesaggi di Odilon Redon. Non fu solo il visionario, autore dei "Noirs", ma anche il sommesso paesaggista della Landa e dell'Oceano, sulle orme di Corot: un aspetto relativamente trascurato dalla critica

Odilon Redon,

Odilon Redon, "Paysage breton", olio su carta, collezione privata

[caption id="attachment_498380" align="alignnone" width="1008"] Odilon Redon in un ritratto fotografico di autore anonimo, 1913, Parigi, INHA è del 1913, autore anonimo[/caption]   [caption id="attachment_498381" align="alignnone" width="749"] Odilon Redon, "Vision", carboncino, c. 1883, Baltimore Museum of Art[/caption]   Fra le relazioni familiari nelle vite degli artisti non esiste forse caso più toccante del rapporto che legò Odilon Redon a suo figlio Arï. L’investimento particolare del padre si spiega in parte con la perdita, a poche settimane dalla nascita, del primogenito Jean, dagli «occhi imbevuti di splendore notturno»: era nato nel maggio 1886. Un anno dopo, nel suo diario, Redon esprime tutta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi