closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Record di reporter in cella. Turchia al voto senza voci critiche

Medio Oriente. Primo paese al mondo per giornalisti in prigione. E con 200 media chiusi per decreto governativo lo spazio della stampa libera si restringe fino a scomparire

Manifestazione in Turchia per la libertà di stampa

Manifestazione in Turchia per la libertà di stampa

Una settimana fa il fumettista Musa Kart è stato condannato a tre anni e nove mesi di prigione nel processo al quotidiano Cumhuriyet, insieme a 14 colleghi. L’accusa, «aver favorito il terrorismo». Ieri Kart è stato insignito dell’International Editorial Cartoons Prize. Un premio che sfida l’annichilimento della libertà di stampa in Turchia, primo paese al mondo per numero di giornalisti dietro le sbarre. Oltre 170, arrestati con accuse diverse: propaganda terroristica, incitamento al golpe, diffusione di notizie false, insulti al presidente Erdogan. In alcuni casi si è già arrivati a sentenza: la più eclatante è stata emessa a febbraio, ergastolo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.