closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Rebecca West, amanti scossi da vibrazioni moderniste

Scrittrici inglesi. Il dono della telepatia, che consente alla protagonista l’immersione nella mente dell’amato, non confina tuttavia «Quel prodigio di Harriet Hume» nel sensazionalismo fin de siècle: da Fazi

George Hyde Pownall, «Piccadilly Circus; and The Empire, Leicester Square», 1910 ca.

George Hyde Pownall, «Piccadilly Circus; and The Empire, Leicester Square», 1910 ca.

Se la lunga e prolifica carriera di Rebecca West venisse utilizzata per provare una tesi, questa potrebbe consistere nella prova che l’eclettismo artistico nuoce molto più alle donne che agli uomini. Nata Cicely Isabel Fairfield nel 1892 a Londra, e ribattezzata in omaggio al personaggio del dramma di Ibsen La casa dei Rosmer, Rebecca West ha occupato la scena letteraria britannica per sei decenni grazie alla pubblicazione di romanzi, novelle, memoir di viaggio, studi critici e articoli giornalistici che le valsero la consacrazione a «miglior scrittrice al mondo», da parte di Time nel 1947. Figlia di una talentuosa pianista scozzese...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi