closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Reati in calo a Milano ma per l’Expo il questore annuncia migliaia di poliziotti in più

Sicurezza. Il questore Luigi Savina, in occasione del report annuale sulla criminalità in città, ribadisce che il problema numero uno rimane la 'ndrangheta ma aggiunge che in vista dell'esposizione universale destano particolare preoccupazione i reati predatori di strada. Quanto ai comitati e ai centri sociali che si battono contro gli sgomberi, "la casa non deve diventare un problema di ordine pubblico".

Non è tutto sotto controllo, ma si stanno attrezzando. Con un briciolo di saggezza che non guasta, sulla carta l’obiettivo di via Fatebenefratelli per l’anno che sarà dell’Expo si chiama “prevenzione, prevenzione, prevenzione”. Traduzione: più polizia nelle strade. Quanti? Ancora non è dato sapere. Un esercito di uomini in più a vigilare, anche se il report annuale sull’andamento della criminalità a Milano non è allarmante. La premessa del questore, Luigi Savina, però è quasi obbligata: “A Milano per le forze dell’ordine possiamo dire che l’obiettivo numero uno è la ’ndrangheta”. Il questore ha ricordato i “tavoli interforze” e le “interdittive”...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.