closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Amnesty: morti da boia in calo negli Usa, non in Cina

Pena capitale. Diminuiscono le condanne a morte eseguite nel mondo nel 2016

L’anno scorso ancora 1.032 persone sono state messe a morte in 23 paesi nel mondo ma concentrate in Cina, Iran, Arabia Saudita, Iran e Pakistan. La denuncia arriva da Amnesty International nel rapporto pubblicato ieri. La Cina rimane il maggior «boia» al mondo, ma i dati, classificati come segreto di Stato, sono poco attendibili. Centinaia di casi documentati di pena di morte, in Cina non sono presenti nel registro giudiziario online. Amnesty ha potuto accertare da fonti pubbliche cinesi che tra il 2014 e il 2016 sono state eseguite almeno 931 condanne a morte, solo 85 delle quali riportate nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi