closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Rancière, una politica del linguaggio

Il libro. Il filosofo francese dialoga con Javier Bassas in «Les mots et les torts»

Tra i molti pregi che si possono attribuire ai libri dialogati di Jacques Rancière – una buona parte della sua produzione, da vent’anni a questa parte – c’è senza dubbio la grande capacità di continuare a mettersi in gioco, di tornare a verificare le ipotesi messe in campo, di credere nella pratica di confronto che molti tra i suoi più giovani interlocutori non smettono di intraprendere con lui e con il suo pensiero. È una parte importante di quel metodo dell’uguaglianza che era il titolo di uno dei suoi più bei libri di conversazioni e che è esplorato nel recente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.