closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ramy Essam, «il mio rock e l’orrore della repressione in Egitto». Prima, durante e dopo piazza Tahrir

Intervista. «Insieme, cantavamo per ottenere la libertà e i diritti civili. Una sensazione pura e bellissima di cui mi sentivo parte».Il cantore della rivoluzione del 2011 racconta quei giorni, le torture subite, la musica come strumento di lotta. «Il mio miglior disco di sempre? Ho deciso di non pubblicarlo per ora. Molti dei poeti che vi hanno partecipato sono ancora in libertà e rischierebbero moltissimo»

Ramy Essam a Tahrir Square nel 2011

Ramy Essam a Tahrir Square nel 2011

«Vengo dall'area urbana di Talkha, che è unita alla città di Mansoura da questo ponte dei primi del novecento che da bambino vedevo ogni giorno. Posso assicurarti che la musica è rimasta a lungo lontanissima da me, nonostante in casa sia i genitori che i fratelli ne fossero appassionati. Tieni conto che mio padre era al contempo manager e direttore di una wedding band e mi portava con lui a queste feste di matrimonio, dove la cosa più interessante per me non era la musica, ma divertirmi. In adolescenza  sono cambiate le cose, quando misi le mani sulla chitarra emulando...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.