closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Raid sauditi su un ospedale yemenita: 14 morti

Yemen. L’ennesima strage targata Riyadh in una clinica di Medici senza Frontiere che in un anno ha curato 4mila feriti. In 500 giorni di conflitto centrati mercati, scuole, case. Quasi 10mila morti, complice l’Occidente: ai Saud vendute armi per miliardi di dollari

L'ospedale di Medici senza Frontiere nella provincia di Hajja colpito ieri dalle bombe saudite

L'ospedale di Medici senza Frontiere nella provincia di Hajja colpito ieri dalle bombe saudite

Ieri, raro come una stella cadente nel cielo della stampa mondiale, nei quotidiani è apparso lo Yemen. Il mondo si è ricordato che nel paese più povero del Golfo è in corso una guerra da un anno e cinque mesi. Oltre 500 giorni di conflitto, quasi 10mila morti, 2,8 milioni di sfollati, 20 milioni di persone con necessità immediata di aiuti umanitari. A ricordarlo è stato il bombardamento di un ospedale gestito da Medici senza Frontiere da parte dei jet della coalizione a guida saudita che ha lanciato alla fine di marzo del 2015 l'operazione “Tempesta Decisiva”. Nei video girati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.