closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Raid Casamonica, colpita disabile. Ora indaga la Dda

«Ora ho paura, sia per me che per i miei bambini. Temo che si possano vendicare», a parlare è il barista, un cittadino rumeno di 39 anni, aggredito nel suo locale alla periferia di Roma (quartiere Romanina) la domenica di Pasqua da due esponenti del clan Casamonica che hanno anche preso a cinghiate una cliente del bar, disabile, che aveva osato ribellarsi. L’episodio è stato documentato da Repubblica che sul sito ha pubblicato il video delle violenze riprese dalle telecamere interne. A far scatenare i Casamonica il fatto di non essere stati serviti per primi dal barista. Secondo la ricostruzione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi