closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Rai, il senato mette un tetto a quota 240mila

Stipendi Rai. Malumore nel cda di Viale Mazzini. Siddi: se la norma non è chiara rischiamo di perdere le migliori professionalità

«Una vittoria di Forza Italia»; no, «un successo del Movimento 5 Stelle»; anzi, «è stato premiato il lungo impegno del Pd»... Tutti vogliono assegnarsi il merito dell’approvazione dell’emendamento al ddl editoria in discussione al senato (il via libera di palazzo Madama è previsto per oggi) che fissa un tetto di 240 mila euro per gli stipendi di amministratori, dipendenti e e consulenti della Rai. Comunque la proposta firmata dal senatore dem Cociancich, relatore in aula del provvedimento (ma «l’emendamento era mio, Cocianchich l’ha copiato», rivendica anche il leghista Roberto Calderoli) è stata approvata all’unanimità o quasi. Unico astenuto, il 5...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.