closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Rafiki» uscirà in Kenya grazie al tribunale

Cinema. Vietato perché racconta la storia d'amore tra due ragazze, il film di Wanuri Kahiu potrà ora iscriversi agli Oscar

Un scena del film

Un scena del film

Allo scorso Festival di Cannes, dove era nel Certain Regard, il film di Wanuri Kahiu era arrivato col divieto di uscire nel suo Paese, il Kenya, perché «legittimava l’omosessualità». Una colpa gravissima in uno degli stati africani in cui l’omosessualità è illegale, punita con la prigione se non la morte e la comunità Lgbtq è continuamente sotto attacco. Ma Rafiki, molto applaudito sulla Croisette, ha continuato ugualmente la sua strada. All'origine c’è il racconto della scrittrice ugandese Monica Arac de Nyeko, Jambula Tree, la storia di un amore tenero e impossibile tra due ragazzine, Kena (Samantha Mugatsia) e Ziki (Sheila...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.