closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Quote rifugiati: addio alla solidarietà

Unione europea. Dopo Gran Bretagna, Ungheria e Polonia, anche la Francia si defila e rifiuta la ripartizione del "fardello" dei migranti. La Spagna segue a ruota. Contrari anche Baltici, Repubblica ceca, Slovacchia. Londra, con Dublino e Copenhagen hanno l'opt out. Renzi e Mogherini restano un po' soli (la Germania è riservata sull'obbligatorietà dell'accoglienza)

Addio solidarietà sulle “quote” per la distribuzione del cosiddetto “fardello” dei rifugiati tra i paesi della Ue, che rischiano di essere nate morte. Questa proposta della Commisisone divide e ormai è scoppiata la polemica. Ad aprire il varco è stata la Francia, che dopo alcuni giorni di ambiguità si è chiaramente schierata con la Gran Bretagna, l’Ungheria e la Polonia, i primi a rifiutare chiaramente la politica delle quote. La Spagna ha subito seguito. La ripartizione dei rifugiati tra paesi Ue è stata presentata solo in Italia come una decisione già accettata nella Ue, addirittura come una vittoria di Roma,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.