closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Qui rido io»: con Martone Napoli e Italia si scoprono sul palcoscenico

Venezia 78. Presentato in concorso (e da domani in sala) il nuovo film del regista partenopeo con Toni Servillo nei panni di Eduardo Scarpetta

Foto di Mario Spada

Foto di Mario Spada

Non si smentisce Mario Martone, e con Qui rido io, presentato ieri a Venezia in concorso (e da domani nelle sale), ci dà un film che sicuramente diverte (visto che personaggio protagonista è Eduardo Scarpetta) ma commuove anche, e soprattutto racconta e spiega un altro pezzo di storia d’Italia. Difficile azzardarne l’appartenenza a un genere, perché mentre racconta il personaggio, e l’intero teatro da lui elaborato (e da noi spettatori ereditato con grande divertimento e piacere reciproco), l’autore in realtà dipana i fili storico-narrativi che stende da tempo. In particolare, per limitarsi ai primi titoli che vengono in mente, Noi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.