closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Quell’ossessione a rischio di vita

Cinema. «La macchinazione» di David Grieco, ovvero come l’assassinio di Pasolini è stato organizzato da politica, servizi, poteri economici, nell’Italia della strategia della tensione. Nelle sale dal 24 marzo

Chissà se non fosse stato ucciso cosa avrebbe pensato degli anni a venire Pier Paolo Pasolini, cosa avrebbe scritto, se si sarebbe scagliato con foga contro gli smartphone così come ci mostra in una visione (di particolare bruttezza) David Grieco nel suo film. Siamo nel campo dei possibili, di quell’onirico che almeno al cinema permette molte variazioni come spiegava Orson Welles a un Henri Janglom in difficoltà (nel bel A pranzo con Orson, Adelphi) consiglio che in questo caso non appare preso in considerazione. Pasolini fustigatore della sua realtà, i giorni italiani del 1975 che precedono la sua morte, si...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.