closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Quello che può dire la Consulta, quello che può fare il parlamento

Tutte le sentenze della Corte costituzionale che hanno avuto oggetto le leggi elettorali hanno richiamato il legislatore ai necessari interventi correttivi sul sistema

E' necessario leggere le motivazioni delle sentenze per comprendere il significato e la portata delle decisioni assunte dai tribunali. Nel dispositivo (a maggior ragione in un comunicato stampa, privo di valore giuridico) non è contenuto nessun elemento che possa spiegare le ragioni del diritto. Se questo è sempre vero, nel caso del giudizio della Consulta sulla legge elettorale risulta essere determinante. Una sentenza su una questione ad alto tasso di politicità, che impone un forte self-restraint al giudice delle leggi, può essere valutata nella sua reale portata - anche per i suoi riflessi più direttamente politici - non tanto per le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi