closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Quello che Fedez non dice sulla legge Zan

In una parola. La rubrica a cura di Alberto Leiss

Al termine del discorso alla Camera sul “Piano nazionale di ripresa e resilienza” Draghi si è detto certo che “l’onestà, l’intelligenza, il gusto del futuro prevarranno sulla corruzione, la stupidità e gli interessi costituiti”. Un auspicio, ovviamente; e sarebbe interessante riflettere su quelle tre ultime parole: stupidità e interessi costituiti. Rimando l’interrogativo - assai intrigante - su che cosa si debba intendere, in senso tanto fortemente negativo, per “interessi costituiti”. Ma già mettere la stupidità su un piano simile a quello normalmente riservato alla disonestà mi sembra notevole. La stupidità - come disse Musil - è un nemico implacabile e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi