closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Quell’intimità senza corpo che rischia di diventare astrazione

Mirt Komel. Un’intervista con lo scrittore e filosofo sloveno e docente all'Università di Lubiana, domenica al MaMu di Milano ospite di Bookcity. Il suo ultimo romanzo, appena tradotto in italiano da Carbonio, si intitola «Il tocco del pianista». Porta avanti i suoi studi sul senso del tatto anche in forma letteraria

Gabriel Goldman si risveglia dal coma in seguito a un incidente. Esposto a una seconda nascita e alle nuove ipocondrie con cui presto dovrà fare i conti, scopre alcune cose di sé, intanto come si possa fare nuovamente esperienza della realtà e come sia faticoso misurarsi con questo presente, rumoroso e sordo, soprattutto quando si ha a che fare con un talento grande, nel suo caso la musica. Protagonista del romanzo Il tocco del pianista (Carbonio, pp. 170, euro 15,50, traduzione di Patrizia Raveggi), il giovane Gabriel è il personaggio immaginato da Mirt Komel, filosofo e scrittore sloveno che sul...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.