closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Quelle strane forbici sui fondi alla fondazione Basso

Camera. Oggi la decisione in commissione. Un’esclusione sorprendente da parte del Miur. L’ipotesi del ricorso al Tar

In un’intervista a Valentino Parlato di qualche anno fa, Umberto Eco diceva che negli anni ’70 «l’unica alternativa possibile» per chi volesse essere di sinistra senza stare con il Pci era, oltre al manifesto, «il giro di Lelio Basso». Questo patrimonio culturale si è tramandato per decenni, ma il ministero dell’Università e della ricerca non sembra riconoscerlo. Per il triennio 2014-2016, infatti, il Miur alla Fondazione Basso non darà un euro. Alla faccia della sua storia e della sua attività attuale, con nomi in cda come Fabrizio Barca, Salvatore Settis, Walter Tocci, Stefano Rodotà. Questa mattina la commissione Cultura della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.