closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Quelle città corsare abitate da «rinnegati» e migranti

INTERVISTA. Dopo dieci anni, torna in libreria «Cristiani di Allah», edito da e/o, di Massimo Carlotto che ne racconta genesi e significati

Pubblicato dieci anni fa, Cristiani di Allah (e/o, pp. 208, euro 15) è ritornato in libreria con l’introduzione dello scrittore algerino Amara Lakhous che definisce il romanzo di Massimo Carlotto «sciasciano per eccellenza». All’epoca conteneva anche il cd con la trasposizione teatrale del testo: l’autore come voce narrante affiancato dalla cantante Patrizia Laquidara e dai musicisti Rachele Colombo, Maurizio Camardi, Mauro Palmas e Mirco Maistro. Tuttora, Cristiani di Allah ha conservato intatta la potente «contronarrazione» della storia che intreccia la corsa dei pirati nel Mediterraneo con la libera conversione delle fedi. Carlotto (che ha raccontato Padova a Giuseppe Sansonna per «Terre d’autore»...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.