closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Quelle baby gang sedotte dal kalashnikov

Venezia 73. Michele Santoro in «Robinù», un'indagine sulla criminalità minorile a Napoli presentata nella sezione del Cinema in giardino

In attesa di tornare in tv Michele Santoro fa un’incursione al cinema, seguendo peraltro i dettami del documentario. Eccolo quindi presentare alla Mostra, per il cinema nel Giardino, Robinù con l’obiettivo puntato su alcune figure a diverso titolo collegate alla paranza dei bambini, la guerra per bande con protagonisti giovanissimi che ha insanguinato il centro di Napoli lasciando sessanta morti nelle strade, decine di condannati in prima istanza e vite appena cominciate già finite. Ecco i ragazzini che saltano la scuola per cercare la pistola e farsi un nome nelle gerarchie, ecco Mariano (nel carcere minorile) letteralmente sedotto dal Kalashnikov...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.