closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Quella resistibile ascesa delle ombre brune che interroga la Storia

Il saggio. Neri Pozza ripropone «Nascita e avvento del fascismo» di Angelo Tasca, un classico uscito a Parigi nel 1938. Nella ricostruzione degli eventi tra il 1918 e il 1922, che videro prima di tutto la sconfitta della strategia socialista, emerge anche una risposta all’odierna sfida del neo-nazionalismo

Un’immagine della «Marcia su Roma» del 28 ottobre 1922

Un’immagine della «Marcia su Roma» del 28 ottobre 1922

Nascita e avvento del fascismo di Angelo Tasca rappresenta senza dubbio uno dei grandi classici della storiografia relativi all’analisi della forma e della sostanza di quell’originale fenomeno politico-dittatoriale emerso, in Italia, dalle ceneri della Grande Guerra. La sua ripubblicazione, ad opera della editrice Neri Pozza (pp. 496, euro 28,00), ricolloca all’interno del dibattito sui «nuovi fascismi» un tassello che aiuta a riordinare la misura contenutistica e del contesto storico nella corretta comprensione del cosiddetto sovranismo ovvero il fenomeno di carattere postfascista emerso come risultante della crisi sistemica dell’ordine neo-liberale della globalizzazione post Guerra Fredda. IL FATTORE POLITICO di continuità delle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.