closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Quel ramo del lago di Como è inquinato

Dossier. Nelle sue acque sono stati trovati batteri come l’Escherichia coli e pesticidi dell’agricoltura. Ma l’emergenza maggiore sono le microplastiche

Paesaggi struggenti, natura lussureggiante e borghi romantici: il lago di Como è la perla del Nord Italia» recitano gli annunci pubblicitari. Tutto vero: questo bacino prealpino di origine glaciale serpeggia fra colline e montagne ricoperte di foreste e arricchite da edifici antichi, ma è alrettanto vero che questa bellezza mozzafiato convive con la bestia dell’inquinamento. Il rapporto di Legambiente sulle acque interne colloca il terzo lago italiano al primo posto in quanto a presenza di microplastiche. Le sue acque, infatti, presentano una densità media di 157 mila particelle per kmq, con un picco di oltre 500 mila particelle, una delle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.