closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Quel piacere visionario

Cinema. Il verdetto finale della giuria di Cannes 57 guidata da Jane Campion, soddisfa proprio per la sua capacità di scegliere e cogliere la sorpresa e la novità dell'immaginario

il Palace del cinema

il Palace del cinema

I giornali francesi di ieri, in particolare il quotidano Libèration, tra gli interstizi di un’edizione domInata dallo shock per vittoria di Le Pen, commentava così i risultati del Festival di Cannes: «Un palmarès perfetto». A tal punto ineccepibile a loro avviso nel toccare tutte le corde da rischiare di apparire ecumenico. La sola vera sorpresa, e quella che ai loro occhi risulta essere anche l’unica scelta motivata da passione personale è il Grand Prix della giuria al « fascino singolare» di Le meraviglie. A qualche giorno di distanza le scelte della giuria guidata da Jane Campion si confermano invece molto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi